Consorzi di tutela

CONSORZI PER LA TUTELA DEI PRODOTTI DOP E IGP

Per tutelare, valorizzare e mantenere nel tempo l’attribuzione di indicazioni geografiche protette, come DOP o IGP, sono costituiti, ai sensi di un articolo del Codice Civile, i Consorzi di tutela.

Il Ministero delle Politiche Agricole, in base alla legge 526/99, riconosce i Consorzi di tutela “soggetti rappresentativi” e referenti della denominazione quando essi possono dimostrare di esercitare ufficialmente funzioni di tutela, promozione, valorizzazione, informazione del consumatore e cura generale degli interessi della propria denominazione.

Il conferimento di tali funzioni consente al Consorzio di tutela anche di accedere a specifici finanziamenti per la promozione, per le attività di tutela e di vigilanza sul mercato, svolte insieme agli altri soggetti preposti.

 

Un Consorzio può ottenere il riconoscimento ministeriale se possiede uno Statuto, una sede legale e una struttura organizzativa, se dimostra di rappresentare i soci produttori e indica i criteri di rappresentanza dei soci negli organi interni al Consorzio.

 

Le funzioni attribuite ai Consorzi di tutela generano benefici nei confronti dell’economia rurale, aumentando il valore economico delle singole denominazioni d’origine ed indicazioni geografiche.

Per tale ragione la Regione del Veneto ritiene importante che tutti i soggetti di riferimento di una denominazione DOP o IGP del Veneto, richiedano al Ministero il conferimento delle funzioni previste dalla Legge 526/99 per i prodotti agroalimentari DOP o IGP.

Perciò il Servizio qualificazione delle produzioni agroalimentari della Regione del Veneto è a disposizione dei produttori per una valutazione delle eventuali problematiche e della documentazione prima della formalizzazione della richiesta del Consorzio al Ministero.

 

È importante sottolineare che il riconoscimento del Consorzio, da parte del Ministero, come soggetto rappresentativo della propria DOP o IGP, consente anche il conferimento dell’incarico di operare nelle attività di promozione e di vigilanza per conto di tutti i produttori.

Di conseguenza, il Consorzio incaricato può ripartire i costi sostenuti nello svolgimento delle sue funzioni fra tutti i produttori che utilizzano la DOP o IGP, che siano soci o meno del Consorzio.

 

In queste pagine si trova l’elenco dei Consorzi di tutela dei prodotti ortofrutticoli DOP e IGP veneti.

 

Per maggiori informazioni si consiglia di leggere l’approfondimento sul sito della Regione Veneto.